La storia guarda il futuro, da qui

Uno dei documenti più antichi relativi all’immobile di Foro Buonaparte è lo stralcio di una pianta di Milano risalente al 1884, quando l’attuale via Sacchi si chiamava ancora via del Foro. Un giardino, una piccola roggia: l’edificio come lo conosciamo oggi non esisteva ancora. Nel 1898 il primo progetto di avanzamento della facciata, ma sarà solo nei primi anni del '900 che sorgeranno otto dei nove piani fuori terra dell’immobile. Cresce Milano e il volto dell’immobile muta nel tempo, gli alberi del parco vedono popolarsi le vie, e la pietra assorbe e custodisce l’eco dei passi sulle strade. La storia, davvero, è passata da qui.